Tu che mal di testa hai?

Cefalea, emicrania, cefalea a grappolo, cefalea con aura in qualsiasi modo lo si chiami, il mal di testa secondo le più recenti ricerche in campo medico è la patologia di cui soffre una percentuale sempre più in aumento della popolazione occidentalizzata.
Ne sono colpite soprattutto le donne tra i 30 anni ed i 50 anni ma in questi ultimi anni si è abbassata l’età di incidenza e anche sempre più uomini ne soffrono.
Inoltre fatto ancora più interessante e preoccupante è che anche in età pediatrica il mal di testa ha iniziato a colpire sempre più bambini.
La cefalea incide profondamente sulla qualità di vita della persona che ne soffre e dei suoi familiari.
Inoltre è tra le cause più diffuse di inabilità totale o parziale al lavoro diventando indirettamente un costo sociale elevato.

Leggi tutto

Cosa si nasconde dietro alla pancia gonfia?

Nei giorni scorsi leggevo un’interessante statistica in cui si chiedeva alle persone intervistate quale fosse la parte del loro corpo che amassero di meno. A parte le scontate differenze tra uomini e donne, ai primissimi posti per tutti gli intervistati era stata nominata la “pancia”.

L’addome gonfio e prominente rappresenta un cruccio per tanti e tanti sono i tentativi che si fanno per eliminarlo fino a “sfondarsi” di esercizi che spesso hanno l’unico risultato di procurare forti dolori alla schiena a livello lombare e cervicale. La “pancetta”? Questa continua ad essere presente!

A parte lo sconforto ti sei mai chiesto perché i risultati tanti attesi non arrivino mai? Te lo dico io. Il problema principale è “come respiri”. Proprio così, una delle cause principali è sempre un muscolo ma non quello che tanto alleni in palestra ma il più grande muscolo respiratorio: “il diaframma”.

Leggi tutto

S.O.S: desidero salute!

Ieri riordinando i libri dei miei figli ha attirato la mia attenzione un piccolo testo intitolato “Desiderio”.
Lo avevo comprato quando in me e mia moglie era nato il desiderio di avere il terzo figlio e volevamo trovare il modo per esprimere quello che provavamo agli altri due figli, Giorgia e Riccardo.
Oggi, appagato dalla mia bella famiglia, provo altri desideri. Allora mi sono chiesto ma che cosa è il desiderio?
Ritengo che per ognuno di noi racchiuda un significato diverso e che dipenda tanto da quello che è il nostro stato emotivo, fisico in un determinato periodo della nostra vita.

Ogni giorno nel mio studio incontro persone che si rivolgono a me con una sola richiesta: “ho un solo desiderio, stare meglio” .
Questo desiderio è stato condiviso anche dalle generazioni che ci hanno preceduto ed è arrivato a noi attraverso il detto popolare “la salute è tutto”.

Leggi tutto

Naso “toppo”? Non è sempre moccico

E’ da poco iniziato l’autunno e con l’arrivo del primo freddo capita di osservare bambini che per via del naso tappato respirano dalla bocca come se fossero dei cani carlini dopo una corsa.

Questa abitudine, apparentemente innocua, nel tempo è in grado di generare problemi importanti a livello posturale ma anche ortodontico.

Leggi tutto

Potenziare il motore o togliere il piede dal freno

Quante volte, dopo un duro allenamento o semplicemente una camminata in montagna, il mattino dopo ti sarà capitato di provare un dolore alle gambe, sulle cosce o sui polpacci?

Questo dolore è simile a quello provocato da un ematoma dopo un trauma e rende difficoltoso e “legnoso” il movimento.

Come per magia, però, al risveglio del terzo o quarto giorno è totalmente scomparso e quando torni ad allenarti hai la sensazione di essere più reattivo e di “funzionare” meglio. Se chiedi ad un vecchio allenatore ti dirà: “Tranquillo, è normale, è solo l’acido lattico”.

Leggi tutto

Non è tutta asma quella che sibila

Ho deciso di intitolare questo articolo parafrasando una celebre frase che invita a discernere bene la differenza che passa tra l’oro e quel che gli somiglia (ma se vai a guardare bene poi non lo è). Dico questo perché per i non addetti ai lavori, sottoscritto compreso, è davvero difficile distinguere un pregevole oggetto di bigiotteria da un oggetto d’oro “vero”.

Allo stesso modo è facile immaginare che un errore di valutazione può costare anche molto caro allo sprovveduto acquirente.

Passando l’esempio nella mia esperienza di fisioterapista che lavora con i bambini da diversi anni, ho potuto più volte osservare come sull’argomento asma non sia per nulla facile comprendere se effettivamente si tratti di questa patologia oppure di altro.

Leggi tutto

Tuo figlio ha l’espressione da “pesce lesso”? Ecco il perché

Nella vita ti sarà capitato di sentire dire (o di utilizzare), almeno una volta, questa espressione.

Ebbene, in epoche in cui gli effetti sulla psiche del bambino delle nostre parole era meno considerati, i genitori e spesso i nonni quando vedevano il piccolo con la bocca aperta lo apostrofavano con un bel: “Chiudi quella bocca che sembri un pesce lesso!”. Ognuno di noi sa che il pesce bollito, una volta nel piatto, ha la bocca spesso aperta e a dirla tutta nemmeno un’espressione troppo intelligente. Infatti la “saggezza” popolare osservava e riferiva spesso che i bimbi con la bocca aperta non apparivano (o proprio non erano) troppo “intelligenti” o per meglio dire “svegli”.

Leggi tutto

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi